Il forum di Finzanza On Line. C’è ancora, ma è evidente che nell’ultimo decennio altri mezzi di comunicazione hanno relegato in cantina i cari e vecchi forum. Mezzi che non amo particolarmente e che tendenzialmente non utilizzo. Mi riferisco ai social in generale.

Nel decennio 2000-2010 Finanza On Line era un vero punto di riferimento dove reperire informazioni. Per la maggior parte un puro delirio e una montagna di stupidaggini, molte delle quali ho scritto io stesso.

Ma in mezzo a tanta confusione, capitava anche di leggere interventi di alcuni personaggi, veramente preparati. Pseudonimi dietro i quali non potevi sapere chi si celasse.

Non nego che molte delle idee di base che ancora oggi muovono il mio trading, vengono proprio da questo forum, in particolare tutto quello che riguarda una certa semplicità negli approcci.

Non posso ad esempio dimenticare gli interventi di chi scriveva con lo pseudonimo maurice. E proprio di lui voglio riprendere un antico thread, quasi uno scavo archeologico nel mondo del trading. Parliamo di cose scritte nel 2004, che in anni borsistici equivale al paleolitico.

E quindi eccovi il link. Non serve leggerlo tutto, bastano i post di maurice, in particolare i primi dove viene spiegata la sua idea operativa.

https://www.finanzaonline.com/forum/analisi-tecnica-t-s-e-psicologia-del-trading/502139-kiss-me-please.html

Ora che siamo nel 2021 facciamo un test su questa semplice idea. Ricordandovi ancora una volta che siamo nel lontano 2004.

Il test lo impostiamo in questo modo:

Nel primo caso, ogni anno simulo di andare long su SPY per un controvalore di 100.000$. A fine anno incasso gli utili o integro il capitale per ricomprare sempre 100.000$. Durante l’anno non faccio nulla. Nel grafico sottostante questo approccio operativo è rappresentato dalla curva gialla.

Nel secondo caso mi comporto allo stesso modo, ma applicando la regola di maurice, quindi alla rottura della media a 12 mesi esco dal mercato, per poi rientrare sempre con i miei 100.000$ al recupero della medesima. Nel grafico sottostante questo approccio operativo è rappresentato dalla curva blu.

Mettiamo quindi a confronto le due operatività, ricordando che l’intendo dell’autore non era battere il mercato, ma stare fuori dai crolli.

Certo il mercato dal 2019 si è fatto più complicato, ma anche nella crisi Covid, il DD è stato tagliato di netto. Difficile invece, almeno per me, non rimanere ammirati dal comportamento di questa regola dal 2004 in poi, dove sistematicamente evita i grossi crolli che il mercato ha patito.

Questa è sicuramente una frase che mi è rimasta in testa da allora, senza uscirne più.

No, non c’è ottimizzazione, dodici sono i mesi dell’anno ( …perchè i nani se non ricordo male erano 7).
Hai paura che nei prossimi 50 anni il sistema non performi più? )

Buon trading e buone ottimizzazioni a tutti…

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su telegram
Telegram

Lo studio dei mercati è un cammino senza un punto di arrivo: l’ingenuità degli esordi si arricchisce, prima di consapevolezza e conoscenza, poi di confusione e complessità. Solo il ritorno alla semplicità degli inizi, impreziosita dall’esperienza vissuta, consente di proseguire il percorso, consapevoli di non poter sapere mai del tutto cosa sia giusto fare, ma con la certezza di aver capito cosa sia sbagliato.

POST RELATIVI

2 commenti su “Back to The Future…”

Lascia un commento