ne assaporerò ogni istante!

Ci discostiamo dai soliti temi finanziari per un brevissimo articolo che parla di…cinema e trae spunto dal film Soul, ultimo capolavoro della Pixar Animation Studios.

La Pixar ci ha sempre abituato a grandi storie che, sebbene siano travestite da film per bambini, parlano direttamente agli adulti.

Con Soul l’asticella viene ulteriormente alzata, ponendo allo spettatore domande importanti, esistenziali: cosa rende la vita degna di essere vissuta? Di cosa si nutre la nostra anima per trovare un equilibrio? Il film una risposta l’abbozza, semplice, ma molto potente; un messaggio profondo per gli adulti e molto fruibile per i più piccoli.

Ebbene, in virtù di quanto suggerito da Soul, il nostro augurio per il 2021 è che possiate assaporare tutte quelle piccole e semplici cose di cui si compone la vita, quelle “banalità” che la rendono vostra, unica e speciale.

Mai come oggi, in questi tempi complessi, vale la regola principale che aleggia anche sugli approcci agli investimenti finanziari: la cosa più semplice è quella che va meglio! Sui mercati, come nella vita!

E a proposto di investimenti, chiudiamo il 2020 in linea con le attese e ci apprestiamo ad affrontare il 2021 soddisfatti e speranzosi (a breve pubblicheremo un articolo con i risultati 2020 dei portafogli ed uno con le revisioni fatte per il 2021).

Non sappiamo che tipo di anno ci attende, tuttavia siamo sollevati, un po’ come la sera prima di un esame: non conosciamo quali domande ci metteranno alla prova, ma la consapevolezza di aver studiato ed aver fatto bene i compiti a casa, ci infonde coraggio e serenità.

Avanti tutta!

Buon Anno e buon Trading!

(e se ancora non avete visto Soul, cercate di farlo! E magari buttate un occhio anche ad Up e Inside Out!)

Marco e Luca

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su telegram
Telegram

Lo studio dei mercati è un cammino senza un punto di arrivo: l’ingenuità degli esordi si arricchisce, prima di consapevolezza e conoscenza, poi di confusione e complessità. Solo il ritorno alla semplicità degli inizi, impreziosita dall’esperienza vissuta, consente di proseguire il percorso, consapevoli di non poter sapere mai del tutto cosa sia giusto fare, ma con la certezza di aver capito cosa sia sbagliato.

POST RELATIVI

Lascia un commento